Acadmia Ligstica do Brnno

parlmmo a nstra lngoa

Acadmia Ligstica do Brnno
 
Intr > Grafa ofii > Domnde e rispste > A z a-o psto da s

A z a-o psto da s

[ Domnde e rispste ]

A proposito di Grafa Ofii...

 

Perch scrive "caza" invce de "casa"?

[ Dnni a teu ] [ Lzi i comnti ]

Grafa ofii

Mppa do scto

Dv'n i comnti

Covertnn-a

 

A proposito di Grafa Ofii...

Perch scivere "caza", "nazo", "ezame" al posto di "casa", "naso", "esame"? Ma che senso ha?

G.B. Rapallo San Teodoro

Noi genovesi, anche in italiano, diciamo casa, con la "s" sonora di rosa. Ma basta consultare un qualsiasi vocabolario per sapere che in italiano la "s" sorda come in sacco. Come pu, chi il genovese non lo sa e magari vuole impararlo, sapere che casa va letto con la "s" sonora mentre csa va letto con la "s" sorda? Questo problema gi se lo posero i nostri antecedenti: Steva De Franchi, il massimo poeta genovese del Settecento, e Padre Gazzo, traduttore della Divina Commedia in genovese, hanno proposto di usare la "z" per il suono sonoro della "s" e la "s" per quello sordo. Questa regola stata adottata anche dalla grafa ofii. Lutilizzo ambiguo della "s", come fa Casaccia, sia per il suono sonoro sia per quello sordo rende oggi illeggibili parole che sono andate in disuso. Le chiedo, sig. Rapallo, e chiedo a tutti i lettori: come si legge la "s" in "f rso" (fare largo) e in "mangiso" (mangereccio)? Chi lo sa me lo dica.

Pigiu d-u Gazzettino Sampierdarenese N. 7 do 30 de setnbre do 2009

[ in imma da pgina ]

Dnni a teu

Nomigio:
Stggo a:
E-Mail:
O m scto
Internet:
Comnto (no ci de 1000 carteri)

   

Ntta: o comnto o sai publicu, o ci fto poscbile, dppo ch'o l' stto controlu.

[ in imma da pgina ]

n dto a seu
06/05/2008 - 00:13
ALB, Zna
Grie pe l'interesnte eznpio.
05/05/2010 - 17:16
Davide Bozzo, Rimazu
Esatto. Senza contare, poi, che nelle lingue liguri, la distinzione tra "s" sonora e "s" sorda ha valore fonematico e non semplicemente fonetico, ossia porta significato. In riomaggiorese, ad esempio, c' una interessantissima coppia minima, la quale non potrebbe essere discriminata nemmeno dal contesto, visto che si tratta di avverbi dal significato opposto:

z (gi) e s (su)

Questo esempio dimostra quanto sia necessario l'uso della lettera zeta per distingure i due suoni della esse.

[ in imma da pgina ]